Noi.

Apparteniamo a quella categoria di professionisti nomadi che tentano, ogni giorno, di restituire un senso alla parola scuola. A maggior ragione, a una scuola di teatro. Ma spesso ci difetta quel po’ di lungimiranza necessaria a proiettare nel tempo certezze assolute. Il teatro è una professione nomade per eccellenza, anche se si continua a dimorare nel medesimo luogo.
Si costruiscono cose, eventi, poi si butta tutto via. E' come disegnare sulle rive di una spiaggia. L’alta marea cancella ogni segno. La mattina successiva si ricomincia daccapo. Ma c’è qualcosa di sublime, in questo rituale quotidiano. Disporre su una spiaggia le proprie costruzioni immaginarie. Trovare una forma. Infine, attendere che lo scorrere del tempo si porti via tutto. Per ricondurci ad una condizione di totale verginità. Si entra, poco per volta, dentro una sorta di piccolo incanto. Dove possiamo osservare quello che accade intorno a noi da una posizione privilegiata: a lato. Ma è un incanto dinamico, pieno di energia, dove si ride tanto. Di se stessi e degli altri.
Magari questo, a tratti, ha a che fare con la lucidità.

 

Emilio Locurcio

Curriculum essenziale.

Come maestro di grafica ha avuto Raffaele Ponte Corvo e come maestro di scultura Mario Molinari. Ha frequentato da scuola di Formazione dell'Attore del Teatro Stabile di Torino sotto la direzione di Giuseppe Bartolucci, Gian Renzo Morteo, Franco Enriquez e Aldo Trionfo. Ha collaborato con il Teatro di Roma sotto la direzione di Luigi Squarzina. Ha partecipato a seminari condotti da Jerzy Grotowsky, Remondi e Caporossi. Nel cinema, come attore, ha lavorato con Steno, Salvatore Samperi, Vittorio De Sisti, Tonino Valerii, Michael Apted e Tonino Cervi. Nella musica ha lavorato con Lucio Dalla, Claudio Lolli, Ron e Teresa De Sio. Ha realizzato scenografie per Enzo Paolo Turchi, Carlo Pignatelli, Hewlett-Packard, Teatro di Roma. Come drammaturgo e regista ha lavorato per più stagioni con l'International Arts Centre di Bayreuth, il Wanseehim Fur Jugendarbeit di Berlino, il CMSEA di Metz e il Dipartimento di Giustizia di Briancon. Tutto il resto è su internet.

 

Stella Sorcinelli

 

Nasce a Cuneo, il 24 febbraio del 1980. Frequenta studi classici che la portano ad approfondire lo studio della letteratura greca con particolare attenzione all’espressione dello spirito tragico del teatro antico. Partecipa a diversi laboratori di ricerca teatrale dal 1998, condotti tra gli altri da Enrico Gentina, Antonio Damasco, Giovanna Mori. Nel 2001 incontra la scuola di teatro “Maigret & Magritte” che frequenta, dal 2006, anche come formatrice. Nel 2007 diventa operatrice di teatro sociale, specializzandosi attraverso il Master di Teatro Sociale e di Comunità, presso l’Università degli Studi di Torino, formandosi con artisti come Marco Baliani, Cesar Brie e Pierre Byland approfondendo diversi e svariati linguaggi della performance  teatrale ed acquisendo competenze psicosociali. Collabora con alcuni settori dell’Asl torinese in progetti teatrali rivolti a favorire benessere psicofisico e artistico nell’area del disagio dato dalla tossicodipendenza. Come attrice, diretta da Emilio Locurcio, partecipa nel 2002 a “L’enigma del clown”, nel 2003 a “C’è voluto così tanto tempo per arrivare sin qui”, nel 2004 a “Lapsus”, nel 2005 a “Habitus”, nel 2006 a “Il nostro uovo mentre frigge in padella”, nel 2007 a “Il dottor Zivago”, nel 2008 a “Morsicami il cuore ogni sera” e nel 2009 a “Baghdad”. Nel 2003 recita in “Alcesti”, spettacolo diretto da Michele Di Mauro per il Dams di Torino. Nel 2006, con l’associazione Choros, recita in un ciclo di spettacoli legati alla storia dei Caffè torinesi per la loro rivalutazione e si unisce come attrice allo spettacolo “Percorsi Multikulti”, realizzato in Svizzera,per la regia di Alessandra Rossi Ghiglione, incentrato sull’immigrazione di seconda generazione, rappresentato al Festival di Narrazione di Arzo e in seguito a Locarno per la ripresa televisiva. Nel 2007 e nel 2008,  partecipa come attrice a diverse incursioni di Teatro Urbano sul territorio torinese collaborando con la Compagnia Onda Teatro. Negli stessi anni prende parte come attrice allo spettacolo “Calici divini”, diretto da Bobo Nigrone, rappresentato al Festival della Montagna. Nel 2009 cura la regia de “Questo corpo nuovo”, rappresentato alla Casa del Teatro e Giovani, al Teatro della Caduta ed al Taurus di Ciriè, interpretato da Giorgio Bertolusso, con il quale nel 2010, come attrice mette in scena “Disijyncantos” per la regia di Emilio Locurcio.  Dopo aver studiato pianoforte con il maestro Antonio Testaferrata, negli ultimi anni opera anche una ricerca legata al canto, attraverso seminari sull’uso della voce con formatori come Ambra D’amico, Rossella Cangini e Francesca Cacciatori. Con il nome di Stella Duchamp pubblica il CD “Cuqù” prodotto da Maigret & Magritte. Con il nome Giuditta Scalzi vince il primo premio In-Primis indetto dalla Banca di Cherasco e pubblica il romanzo “I mammiferi felici ridono fino a tarda notte”, edito da Newton Compton. 

 

Simona Carapella

 

Si forma come attrice con Enza Giovine alla Scuola di recitazione del Teatro Nuovo. E' laureata in Storia del Teatro presso l'Università di Torino, diplomata al Master universitario biennale in Teatro Sociale e di Comunità. Ha svolto stages teatrali con: Michele Di Mauro, Marco Baliani, Cesar Brie, Nin Scolari. In teatro lavora negli anni con con Torino Spettacoli, Teatro delle Forme, Gruppo Teatro Uno, Piccola Compagnia della Magnolia-Théâtre de l'Epée de Bois, Maigret & Magritte e altri. Appare in video in alcuni cortometraggi, pubblicità, sceneggiati. Conduce corsi di dizione, stages di recitazione e laboratori di teatro. È speaker per alcune case Editrici.

 

Giorgio Bertolusso

 

Giorgio Bertolusso si forma a teatro con Emilio Locurcio alla scuola Maigret & Magritte, e in vari laboratori con Doriana Crema, Emma Dante, Giovanna Mori, Alessandra Rossi Ghiglione e altri. Studia 5 anni batteria e percussioni con Giorgio Gandino presso il Percstudio e canto con Rossella Cangini per due anni.

E' regista e autore teatrale e conduce diversi laboratori di scrittura e drammaturgia.

Nel 2013 incide insieme Stella Sorcinelli con la formazione dal nome "Giorgio Pemberton & Stella Duchamp" l'album "Cuqù - Piccoli accumuli di felicità durature" presso gli studi Play! di Bricherasio.

 

Olivia Buttafarro

 

Laureata in storia e critica del cinema al DAMS di Torino, durante gli anni della formazione universitaria, porta avanti in parallelo la passione per il cinema e quella per il teatro e lo spettacolo dal vivo.
Segue corsi di storia del teatro, della danza e del mimo, storia e critica del cinema, organizzazione e produzione cinematografica e sceneggiatura. Si forma attraverso corsi specifici dell’Accademia del trimestrale Hystrio in Organizzazione, Promozione e Comunicazione dello spettacolo dal vivo, seguendo numerosi seminari al Piccolo Teatro di Milano.  Dal 2001 inizia a collaborare - attraverso stage di formazione e tirocini - con  numerose case di produzione cinematografiche di Torino e Milano e si forma sul set di spot pubblicitari e lungometraggi in qualità di assistente di produzione e assistente alla regia.
Durante gli anni del liceo e degli studi universitari si forma con Assemblea Teatro e Officina Artistica Alberto Savinio di Torino. Nel 2001-2002 frequenta il biennio di formazione sul mestiere dell’attore di Teatranza Artedrama [SantiBriganti], Moncalieri - Torino. Dal 2002 al 2009 frequenta la scuola di improvvisazione teatrale Maigret & Magritte diretta da Emilio Locurcio, per la quale collabora come formatrice dal 2017

Si occupa di team building teatrale e conduce corsi di lettura espressiva ad  alta voce e scrittura creativa, collaborando con autori e case editrici.

Ha seguito stage intensivi e residenziali di teatro, danza, teatro-danza, canto e scrittura creativa con Emilio Locurcio, Rui Frati, Chiara Castellazzi, Ambra Senatore, Federica Tardito e Aldo Rendina, Federica e Michela Pozzo, Floriana D’Andrea, Rossella Cangini, Monica Felloni, Laura Curino, Claudio Montagna, Giovanna Mori, Michele Di Mauro, Emma Dante, Familie Floz, Antonio Vilella, Fools Teatranti. Ha seguito corsi di dizione presso Teatranza Artedrama di Moncalieri (Torino) e stage di dizione e doppiaggio presso ODS Torino.

Collabora  - in qualità di attrice e di voce narrante - agli spettacoli di Maigret & Magritte, Alma Teatro, Art.ò, Fools Teatranti, Aurea Teatro.

E’ voce corista del duo Giorgio Pemberton & Stella Duchamp, [Teatro – Canzone], finalisti della rassegna Greenage 2013, della Maison Musique di Rivoli – Folk Club di Torino e del Tour Music Fest 2013 [Milano]. www.giorgiopemberton-stelladuchamp.it
Dal 2001 canta con il coro di voci femminili Gli Abbaini, per la direzione artistica di Floriana D’Andrea, per il quale è voce narrante di tutti gli spettacoli.

 

Isabella Locurcio

 

Isabella Locurcio ha studiato danza classica presso la scuola Garibaldi di Torino con Betty Chiappero ed euritmica dalcroze (solfeggio corporeo-espressivo) alla scuola C.I.R.M. di Claudia Mattiotto, pianoforte al Centro Jazz di Torino e con diversi insegnanti privati, recitazione presso il Teatro dell’Angolo e danza contemporanea alla scuola di Michela e Federica Pozzo a Moncalieri. E’ stata corista contralto nel Coro del Teatro Regio e ha frequentato un corso biennale di arti teatrali rivolto a chi desideri diventare operatore di teatro sociale presso la scuola Maigret & Magritte. Tutto questo fra i 5 e i 20 anni...
Fra Giugno e Luglio 2009 frequenta lo stage diretto da Gabriele Vacis sul metodo SCHIERA, un progetto internazionale finanziato dall’ETI in collaborazione con il Palestinial National Theatre (Jérusalem, Palestin) con la partecipazione di Eugenio Allegri, Barbara Bonriposi, Valerio Binasco ed altri.
Fra il 2010 e il 2011 fa formazione circense in discipline aeree alla scuola Flic di Torino.
Fra il 2011 e il 2013 frequenta l’École Internationale de Théâtre LASSAAD di Bruxelles, una scuola di teatro internazionale creata da Lassaad Saidi più di trent’anni fa, dopo aver insegnato a Parigi per un lungo periodo alla scuola Lecoq in stretta collaborazione con il suo fondatore Jacques Lecoq, una formazione intensiva di due anni basata sul movimento, il corpo poetico e gli stili del teatro popolare. (Nel programma: Maschera neutra, Pantomima, Cinema muto, Melodramma, Mimo, Canta-storie, Tragedia greca, Buffoni, Commedia dell’arte, Clowns...).
Nel 2014 partecipa allo stage d’improvvisazione con Yves Roffi, attore e direttore artistico di Et Compagnie (Lione) e al Workshop guidato da Mario Biagini e i membri dell’Open Program -Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards a Milano.
Fra Maggio e Giugno 2015 frequenta il Workshop di recitazione cinematografica diretto da Danny Lemmo (membro dell’actor’s studio di New York) presso Distretto Cinema (Torino).
Oltre alle numerose esperienze come attrice, drammaturga e regista teatrale conduce corsi di teatro e creatività per bambini, adolescenti e adulti.

Dario Benedetto

 

Dario Benedetto nasce.

Già questo è un passo in avanti per la sua carriera. Ha lavorato come camionista, operatore sociale, massoterapeuta, assistente alle onoranze funebri, operaio, in diversi call center, facendo tutto male.

Ha conseguito una Laurea Vecchio Ordinamento in Psicologia Clinica, poi, per puro caso, inizia una scuola di Teatro&Altro, la Maigret & Magritte di Emilio Locurcio e comincia a capire che una cosa, forse, la sa fare.

Inizia a seguire laboratori sparsi per l’Italia, insieme a Giovanna Mori, Peader Kirk, Paolo Rossi, Michele Di Mauro, facendo tonnellate di palco, di improvvisazioni, di incontri, di appunti di viaggio.

Comincia a scrivere, quasi per gioco, uno spettacolo sulla storia di Gola Profonda, il primo film a luci rosse proiettato su schermo pubblico a New York dal titolo "Non c'è musica in Finlandia", ulteriori cenni sulla sua attività di attore si trovano sul sito www.dariobenedetto.com 

Dal 2003 si occupa anche di formazione, conducendo Laboratori Teatrali scolastici per le scuole elementari, medie e superiori.

Ha lavorato per progetti di formazione scolastica insieme al Comune di Moncalieri, di Torino, La Loggia, Vinovo, Lombardore, Savigliano, Beinasco.

Ha lavorato nel carcere minorile Ferrante Aporti di Torino per il Ministero di Grazia e Giustizia come formatore teatrale.

Ha collaborato con diverse Circoscrizioni per progetti di lettura e di formazione teatrale.

Ha curato rassegne teatrali per complessi scolastici pubblici e privati.

Oggi prosegue diversi laboratori insieme al Circolo dei Lettori di Torino, con un progetto chiamato “Favole a Merenda“.

Il progetto più personale e longevo sono le “Gastronautiche“, un laboratorio culinario che dichiara di “imparare a recitare cucinando, apprendere a cucinare recitando”, insieme a Daniela Trebbi. Nato come vincitore del bando del Comune di Torino “Gioventù Esplosiva” del 2010, riesce a calamitare l’attenzione di giovani e meno giovani.

A Gennaio 2016 conduce a Milano un Laboratorio Intensivo per avvicinarsi e apprendere informazioni e tecniche della Stand Up Comedy, presso lo Spazio Lambrate.

Nel 2016 conduce le ore dedicate a teatro comico e cabaret presso la nostra scuola.

Maigret & Magritte 

Teatro & Altro

Corso Moncalieri, 190 - 10133 Torino 

Tel. 334.9579171 - 011. 6614533

scuola@maigret-e-magritte.it

P.IVA 07046540014